Cosa sono le partizioni primarie ed estese – trododeifiori

Cosa sono le partizioni primarie ed estese – trododeifiori
? La maggior parte dei computer viene fornita con un unico sistema operativo installato sul disco rigido. Ciò può dare agli utenti l’impressione che il disco rigido sia un’unità singola in termini di dati, ma non è corretto. Un singolo disco rigido può essere suddiviso in più unità chiamate partizioni per ospitare più sistemi operativi o sistemi di archiviazione dati personalizzati. Queste partizioni rientrano nella categoria delle intestazioni primarie o estese. Partizioni primarie

Il primo tipo di partizione è la partizione primaria. Quando il computer è acceso, cercherà un sistema operativo da avviare o, nel gergo informatico, “boot”. I computer possono essere avviati da partizioni primarie, quindi vengono utilizzati per archiviare i sistemi operativi. Sebbene un disco rigido possa avere più partizioni primarie, solo una alla volta può essere contrassegnata come “attiva”. La partizione primaria contrassegnata come attiva è quella da cui viene avviato il sistema operativo del computer.
Partizioni estese

Le partizioni estese vengono utilizzate come contenitore per “unità logiche”. Mentre una partizione primaria è indivisibile, le partizioni estese possono essere suddivise in unità logiche di dimensioni diverse o sotto-partizioni. Le unità logiche in una partizione estesa possono essere di dimensioni diverse e formattate con file system diversi. I computer non possono essere avviati da partizioni estese o dalle unità logiche interne, ma i sistemi operativi possono accedervi mentre sono in esecuzione. L’utilizzo di unità logiche all’interno di partizioni estese consente agli utenti di implementare le proprie soluzioni di archiviazione dei dati.
MBR

Questo sistema di partizionamento di un disco rigido in più partizioni primarie ed estese risale addirittura a prima che esistessero più sistemi operativi. Il sistema di partizionamento originale, chiamato MBR (dal nome del piccolo file che informa il computer su quale schema di partizione del disco rigido si chiamava Boot Record Master), consentiva fino a quattro partizioni. Queste quattro partizioni possono essere primarie o estese. All’interno di una partizione estesa, tuttavia, il numero di unità logiche che un utente può creare è limitato solo da quanto spazio ha allocato a quella partizione estesa. Ciò limitava a quattro il numero possibile di sistemi operativi che un computer poteva eseguire perché un utente poteva creare solo quattro partizioni primarie.
GPT

Una nuova alternativa al sistema di partizione MBR è GPT o GUID Partition Table. Il nome del sistema deriva dal fatto che invece di etichettare le unità con identificatori a un byte, memorizza le unità con identificatori univoci globali (GUID) a 16 byte. Si tratta di stringhe alfanumeriche generate casualmente che forniscono stringhe di identificazione univoche. TPG supera molte limitazioni del sistema MBR. Mentre gli schemi MBR possono supportare solo quattro partizioni primarie o estese, TPG può supportare fino a 128 partizioni primarie o estese. Inoltre, mentre MBR limita la dimensione totale di una partizione primaria o estesa a due terabyte, gli schemi TPG non hanno questo limite di dimensione.